Il consiglio di Baur

Degustare in modo corretto

Consiglio 1: la temperatura ideale di degustazione

I vini sono complicati quasi quanto le persone: c’è chi li preferisce a una temperatura più calda, chi più fresca. Per questo motivo indichiamo di seguito le temperature adatte al tipo di vino.

  • Vino bianco di corpo da medio a pieno 12°C
  • Vino bianco di corpo da leggero a medio 10°C
  • Vino dolce 6-8°C
  • Spumante 6-8°C
  • Vino rosso di corpo leggero 12°C
  • Vino rosso di corpo da medio a pieno 16-18°C

Consiglio 2: a perfetta conservazione del vino

Di norma i vini preferiscono il buio, l’umidità e la temperatura piuttosto fresca (da 10° a 18°C circa). Queste condizioni ideali si trovano spesso nelle cantine dei vecchi edifici, mentre le cantine delle nuove costruzioni sono generalmente troppo calde e asciutte. Si raccomanda pertanto un armadio per vini climatizzato senza vibrazioni che mantenga la temperatura a un livello costante. E se preferite conservare il vino tra le vostre quattro pareti di casa? È possibile ma non in cucina, bensì nella stanza più fresca del vostro appartamento, la camera da letto.

Consiglio 3: decantare correttamente i vini

Quasi per tutti i vini rossi è opportuno stappare la bottiglia una mezz’ora o un’ora prima della degustazione in modo da far respirare il vino. Vi raccomandiamo però di fare attenzione nel travasare il vostro pregiato vino nella caraffa di decantazione che è certo elegante, ma adatta soltanto a pochi vini. Se tuttavia si è formato un deposito sul fondo della bottiglia di vino, si raccomanda assolutamente di farlo decantare.

Consiglio 4: riconoscere subito i difetti di tappo

Accade purtroppo sempre più spesso: stappate la vostra bottiglia di vino preferito e all’improvviso percepite un cattivo sapore di tappo, di muffa. La cattiva notizia: non è possibile salvare questo tipo di vino e non dovrebbe essere utilizzato nemmeno come vino per cucinare. La buona notizia: ufficialmente, soltanto circa l’1% di tutti i vini ha un sapore di tappo. Inoltre, tutti i vini che siano rossi, bianchi, dolci o spumanti possono avere difetti di tappo.

Consiglio 5: la corretta quantità

Lasciare il bicchiere mezzo vuoto quando si versa il vino? Ciò che per la birra o l’acqua minerale sarebbe scortese, nel caso del vino fa parte del galateo. Per questo motivo si raccomanda di riempire il bicchiere di vino soltanto per un terzo, ovvero fino al punto in cui il bicchiere è più largo. D’altra parte, il motivo alla base dei bicchieri mezzi vuoti non è la parsimonia dei padroni di casa, ma la considerazione che il vino contiene in questo modo una sufficiente quantità di ossigeno.

Consiglio 6: come far scomparire le macchie di vino rosso

Un’atmosfera allegra, gli ospiti del miglior umore fino a quando all’improvviso il diavolo delle macchie di vino rosso colpisce. Per fortuna ci sono delle soluzioni per eliminare velocemente queste traccie di colore rosso. Ecco il consiglio più vecchio per rimuovere le macchie: cospargere il sale sulla macchia fresca di vino rosso, far asciugare, quindi rimuovere il sale e lavare come di consueto. Se tuttavia la macchia dovesse persistere, ricorrere a una candeggina normale. Ma attenzione: prima testate la candeggina su un lembo di stoffa che non si vede! Un’altra alternativa è data dal detergente per vetri: nebulizzare il prodotto sulla macchia di vino rosso, far agire brevemente e quindi asciugare con un panno umido.